News

MASAF: fino a 50.000 euro per ogni Progetto di raccolta legname

Il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (MASAF) apre ufficialmente il bando di selezione per progetti relativi alla raccolta di legname avulso, che si deposita naturalmente negli alvei di fiumi e torrenti, lungo le sponde di laghi e fiumi e sulla battigia del mare per l'annualità 2024. Il bando, la cui apertura è fissata al 19 giugno 2024 e la chiusura al 19 luglio 2024, è rivolto a imprenditori agricoli e forestali, sia singoli che associati, in cooperativa o in rete, oltre che a lavoratori agricoli , anche pensionati, e ad organizzazioni agricole e associazioni datoriali, di categoria e ambientaliste riconosciute.

Beneficiari

I potenziali beneficiari del bando comprendono:

  • Imprenditori Agricoli
  • Imprenditori Forestali
  • Lavoratori Agricoli
  • Organizzazioni Agricole e Associazioni Datoriali

Tipologia di Finanziamento

Per ciascun progetto approvato, il bando prevede un finanziamento massimo ammissibile di 50.000 euro. Il contributo minimo e massimo per progetto verrà stabilito in base alla valutazione delle proposte presentate, con particolare attenzione alla qualità e all'efficacia

Spese ammissibili

Le spese ammissibili nel contesto del bando sono:

  • Attività di Raccolta del Legname
  • Attività di Formazione e Comunicazione

Criteri di selezione

I progetti saranno valutati in base a un sistema di punteggio che considererà diversi criteri di selezione. Verrà stilata una graduatoria per la misurazione dei progetti che riceveranno il finanziamento. I criteri specifici di selezione terranno conto dell'impatto ambientale, della sostenibilità delle pratiche proposte e della capacità operativa dei beneficiari.

Il bando ha come obiettivo il finanziamento di progetti, di cui sono parte integrante anche le attività di formazione e comunicazione in quanto funzionali alla realizzazione degli stessi, relativi all'attività di raccolta di legname avulso e depositato naturalmente nell’alveo dei fiumi, dei torrenti, sulle sponde di laghi e fiumi e sulla battigia del mare, con la finalità di contenere i consumi energetici, di promuovere la produzione di energia dalla biomassa legnosa e l’autoconsumo, nonché di prevenire il dissesto idrogeologico nelle aree interne, nel rispetto della normativa vigente in materia ambientale.

Si tratta di un'importante occasione per promuovere pratiche agricole e forestali sostenibili, contribuendo al contempo alla tutela dell'ambiente e alla valorizzazione delle risorse naturali. Gli imprenditori e le organizzazioni interessate sono incoraggiati a presentare le loro proposte entro le date stabilite, con l'obiettivo di contribuire a una gestione più responsabile e sostenibile delle risorse forestali e ambientali del nostro Paese.